home

Condividi su Condividi su Facebook


Le mostre nei Musei di Genova

dal 00-00-0000 al 00-00-0000
 
Mecenati di ieri e di oggi - restauri e restituzioni nei Musei di Strada Nuova a cura di Raffaella Besta
 
Dal 6 dicembre e fino al 28 ottobre 2018
 
La mostra presenta al pubblico una serie di dipinti dei Musei di Strada Nuova di grande interesse, parte dei quali mai esposti in precedenza, restaurati tutti negli ultimi anni grazie a sponsorizzazioni di privati, in particolare lo Studio Legale Rubini di Milano, e alla collaborazione con importanti istituzioni museali nazionali e internazionali.
 
Raffinate opere di scuola italiana e fiamminga del Cinquecento, su tavola (da Correggio, Dürer, Van Cleve) e su rame (di scuola fiorentina ed emiliana), si affiancano a dipinti di scuola piemontese e lombarda, come il sontuoso Carlo Francesco Nuvolone e la rara pittrice Orsola Maddalena Caccia, e a capolavori di maestri genovesi di primo Seicento e di età barocca: tra gli altri Simone Barabino, Domenico Piola, Gregorio e Lorenzo De Ferrari. Di quest’ultimo si espone l’inedita opera su tavola raffigurante Alessandro Magno scioglie il nodo gordiano e l’autografo disegno preparatorio della figura centrale del condottiero.
 
Altre opere, pure restaurate nei termini anzidetti, sono rimaste al loro posto lungo il normale percorso di visita, sicché la mostra si prolunga anche in altre sale dei Musei di Strada Nuova: si segnalano, tra gli altri, la Susanna e i vecchioni di Veronese, già nella prestigiosa collezione del marchese del Carpio e in comodato presso i Musei di Strada Nuova, esposta nella sala dei veneti di Palazzo Bianco, e la Sacra famiglia con i santi Gerolamo, Caterina d'Alessandria e angeli di Paris Bordon, esposta nel salone al primo piano nobile di Palazzo Rosso. Sempre in Palazzo Rosso si segnalano ancora la grande tela con La cacciata dei mercanti dal tempio di Guercino e il delicato ritratto giovanile di Luisa Brignole-Sale, sorella di Maria, Duchessa di Galliera, opera di Camillo Pucci.
 
I quadri ancora anonimi o di recente attribuzione sono un invito agli studiosi a proporre nomi e confronti, di cui si potrà rendere conto nel catalogo scientifico che proprio per questo vedrà la pubblicazione solo a fine mostra. 
 
Merita ricordare che nel  caso dello Studio Legale Rubini di Milano la sponsorizzazione rinnova un impegno già manifestato tre anni fa nei confronti delle collezioni di Palazzo Rosso.
 
Per altre di queste opere, a lungo in deposito, si tratta invece di una vera e propria ‘restituzione’, resa possibile grazie ai contributi ricevuti da altri musei per l’attività di scambio e prestito: la rassegna di dipinti che si presenta, infatti, racconta anche delle intense relazioni che i nostri musei hanno con enti italiani e stranieri - da Roma a Los Angeles, da Londra a Mosca, da Madrid a Washington - come riportato nelle singole didascalie.
 
Con la collaborazione dell’Associazione Palazzo Lomellino di Strada Nuova.
 
INFO:
tel: 010 2759185
 
ORARIO INVERNALE (fino al 26 marzo)
dal martedì al venerdì 9-18.30
sabato e domenica 9.30-18.30
Chiuso: lunedì e 25 dicembre
 
ORARIO ESTIVO (marzo - ottobre)
da martedì a venerdì 9-19
sabato e domenica 10-19.30
Chiuso: lunedì
 
Al Museo Civico di Storia Naturale Giacomo Doria, dal 10 febbraio e fino al 2 settembre "Kryptos: inganno e mimetismo nel mondo animale"
 
Inaugurazione: 9 febbraio, ore 17
In natura nulla è come sembra e l'inganno è l'unica costante. Mimetismo non vuole dire solo nascondersi, ma fingere di essere qualcosa di diverso; gli animali assumono forme e colori di quanto li circonda, oppure spaventano i nemici con colorazioni vistose. Moltissimi fingono di essere quello che in realtà non sono: una foglia, un fiore, un rametto, un ciuffo di muschio, oppure adottano la livrea di specie pericolose quando sono del tutto privi di mezzi offensivi.
La mostra Kryptòs, inganno e mimetismo nel mondo animale racconta questo mondo affascinante con una selezione di animali vivi molto speciali: rane variopinte, camaleonti, gechi, insetti foglia, mantidi e ragni con livree sorprendenti, presentati all'interno di grandi terrari arredati che riproducono l’ambiente naturale delle specie ospitate (tutte nate in cattività e non pericolose).
Una prima sezione esamina gli adattamenti che gli animali hanno messo a punto per scomparire negli ambienti dove vivono, mentre la seconda parte si concentra sulle variopinte colorazioni di avvertimento e sulle forme di inganno più raffinate.
Un’ultima sezione, infine, prende in considerazione i diversi modi con cui gli animali vedono il mondo, di aiuto per spiegare il perché di alcune curiose livree.
L’intera mostra è illustrata da fotografie in grande formato e da proiezioni video a parete a cura di Emanuele Biggi e Francesco Tomasinelli, biologi, fotografi professionisti e autori di diversi esposizione scientifiche, che raccontano la vita segreta delle specie presenti.
La mostra KRYPTÒS è curata da Emanuele Biggi e Francesco Tomasinelli ed è realizzata insieme a: Museo Civico di Storia Naturale “G. Doria”; Cooperativa Solidarietà e Lavoro; Società degli Amici del Museo Doria; Associazione Didattica Museale – Genova.
Si ringrazia Latte Tigullio - Centro Latte Rapallo.
Media partner: Radio Babboleo.
Info:
tel. 010 564567
Orari: da martedì a domenica, dalle ore 10 alle 18
Biglietti
  • Intero € 6
  • Ridotto € 4 (visitatori di età compresa tra i 3 e i 14 anni; visitatori con età superiore ai 65 anni; persone disabili; componenti di gruppi superiori alle 15 unità)
  • Ridotto scuole € 3 a studente
  • Visita guidata per le scolaresche € 6,00 a studente (ingresso incluso) (con laboratorio € 9,00)
  • Visita guidata per i gruppi superiori alle 15 unità € 9,00 a persona (ingresso incluso)
  • Gratuito: per i bambini da 0 a 3 anni; per gli insegnanti accompagnatori di scolaresche in visita; per gli accompagnatori di persone disabili; per i soci della Società degli Amici del Museo Doria
  • Non sono previste riduzioni per i possessori di tessere di associazioni, ecc.
  • I possessori del biglietto della mostra “Kryptos” potranno visitare il Museo pagando il biglietto ridotto per il periodo 10 febbraio - 30 settembre 2018.
Visite guidate
L'Associazione Didattica Museale ADM organizza visite guidate alla mostra, ogni sabato e domenica alle ore 14.30, a partire dal 17 febbraio.
Le visite vengono attivate con un n. minimo di 15 persone
Costo: € 8, comprensivo del biglietto di ingresso alla mostra
Su prenotazione al n. 334 8053212
 
Al Museo di Arte Orientale Chiossone dall'1 aprile 2018 al 13 gennaio 2019 
Cibo per gli Antenati, Fiori per gli Dèi
Trasformazioni dei bronzi arcaistici in Cina e Giappone
Il Museo Chiossone di Genova custodisce le collezioni d’arte giapponese e cinese che Edoardo Chiossone (Genova 1833-Tōkyō 1898), distinto professore genovese di tecniche di disegno e incisione, raccolse durante il suo soggiorno in Giappone di oltre 23 anni, dal 1875 fino alla morte nell’aprile del 1898.
Grazie alla loro ampia varietà, le collezioni Chiossone consentono di studiare sia la storia dell’arte giapponese sia le relazioni culturali e artistiche Cina-Giappone.
 
A questo riguardo la collezione di manufatti in bronzo e metallo è particolarmente importante: i pezzi arcaistici cinesi databili dalla dinastia Song Meridionale (1127-1279) fino alla fine del secolo XIX, importati in Giappone a cominciare dal periodo Muromachi (1393-1572), documentano sia il plurisecolare interesse cinese per le antichità, sia il gusto giapponese, coltivato dall’aristocrazia militare e dai maestri del tè, di collezionare vasi cinesi in bronzo per comporre i fiori (hanaike 花生). Quanto alla sezione della bronzistica giapponese del Museo Chiossone, comprende opere insigni, databili dalla Protostoria (periodi Yayoi e Kofun, secoli III a. C – VII d.C.)  fino al tardo periodo Meiji (1868-1912). 
 
La maggior parte delle opere che saranno esposte nella rassegna di Genova appartiene al Museo Chiossone, con la significativa partecipazione di prestiti importanti provenienti dal Museo Nazionale d’Arte Orientale di Roma, dal Museo d’Arte Cinese ed Etnografico di Parma e da collezioni private.
Dal secondo millennio a. C. fino alla fine della dinastia Han nel secolo III d.C., i vasi in bronzo della Cina arcaica erano impiegati nelle offerte rituali di carni, cereali e bevande fermentate agli Antenati.
 
La loro riscoperta in epoca storica, al tempo della dinastia Song Settentrionale (960-1127), comportò non solo il tentativo di ricostruire i contenuti e i significati dei riti antichi, ma anche l’esigenza di documentare e studiare il vasellame rituale in bronzo dell’Antichità sia mediante classificazioni e catalogazioni illustrate, sia mediante la riproduzione in bronzo e ceramica degli esemplari arcaici. Questo rilevante fenomeno di studio, copia e riproduzione delle antichità, noto in Occidente come ‘arcaismo’ o ‘produzione arcaistica’, durò ininterrottamente fino alla fine della dinastia Qing (1644-1911). Tuttavia, alla fine del primo millennio dell’era volgare gli universi religiosi e spirituali della Cina erano irreversibilmente cambiati rispetto a quelli arcaici: non più soltanto gli Antenati, bensì anche gli Immortali del Taoismo, i Risvegliati e i Bodhisattva del Buddhismo, insediati sugli altari e nei templi, richiedevano culto e offerte acconce, differenti da quelli antichi: vale a dire, fiori, incenso e luce di lampade o candele. Così, nei vasi anticamente ricolmati d’offerte di cereali si bruciava incenso, nei vasi e nei calici un tempo usati per contenere e libare il vino agli antenati si componevano fiori.
 
I bronzi cinesi in stile arcaistico importati nell’arcipelago giapponese dal secolo VII fino al XIX erano destinati essenzialmente alla corte imperiale, ai grandi monasteri buddhisti e, dalla fine del secolo XIII in avanti, anche all’aristocrazia militare. In Giappone queste opere d’importazione appartenevano alla speciale categoria dei karamono kodō 唐物古銅, ‘oggetti cinesi in bronzo’ avidamente ricercati, collezionati e custoditi dall’élite politica durante i periodi Muromachi (1393-1572), Momoyama (1573-1600) ed Edo (1600-1868). Ebbene, questi bronzi, che insieme ad altri karamono quali calligrafie, dipinti, lacche intagliate e ceramiche celadon rappresentano l’espressione del prestigio culturale del Giappone legato al possesso dei capolavori cinesi, sono parte essenziale della storia dell’arte e del gusto giapponese, sui quali esercitarono influssi profondi nel corso dei secoli.
 
I vasi da fiori cinesi (karamono hanaike 唐物花生) dei secoli XIII-XVIII appartenenti al Museo Chiossone sono opere d’alto valore artistico, culturale, simbolico e tecnico. I più antichi ad essere importati in Giappone risalgono ai secoli XIV-XV: erano impiegati nella decorazione zashiki kazari 座敷飾 – vale a dire, nelle esposizioni ornamentali preparate nelle sale di rappresentanza e da ricevimento delle residenze feudali. I bronzi cinesi delle epoche successive, databili ai secoli XV-XIX, cioè dal medio periodo Ming al periodo Qing tardo e finale, trovarono collocazione sia nell’ambito della cerimonia del tè (chanoyu 茶の湯) sia negli ambienti dei bunjin 文人, i letterati sinofili che praticavano la ‘via del tè infuso’ (senchadō 前茶道). Svariati dei vasi da fiori importati dalla Cina appartenenti al Museo Chiossone sono strettamente comparabili a esemplari storicamente classificati in Giappone come ‘opere celebri’ (meibutsu 名物) o ‘di grande rinomanza’ (ōmeibutsu 大名物), appartenute in passato a collezioni aristocratiche e a grandi maestri del tè e trasmesse ai patrimoni dei musei giapponesi pubblici e privati fino all’epoca contemporanea.
 
Infine, importa considerare che nelle collezioni Chiossone svariati rikkahei 立花瓶 giapponesi – vale a dire, grandi vasi in bronzo per le composizioni floreali formali, prodotti dalla fine del secolo XVI ai primi del XIX da bronzisti specializzati noti come ‘maestri di vasi da fiori’ (ohanaire-shi 御花入師) – attestano sia l’esemplarità artistica e culturale attribuita all’antica tradizione del collezionismo d’antichità cinesi, sia la creazione selettiva, da parte dei grandi bronzisti giapponesi, di uno stile arcaistico d’ispirazione cinese pienamente consono al gusto locale.
 
VISITE GUIDATE
Venerdì 8 dicembre, ore 16.30
Biglietto d’ingresso ridotto € 3,00, visita guidata gratuita
Si consiglia la prenotazione
INFO
Tel. 010 542285
Orari
ORARIO ESTIVO (fino al 7 ottobre)
da martedì a venerdì 9-19;
sabato e domenica 10-19.30;
lunedì chiuso
ORARIO INVERNALE (dal 10 ottobre)
da martedì a venerdì 9-18.30;
sabato e domenica  9.30-18.30;
lunedì chiuso
Costo
Intero € 5,00
Ridotto € 3,00
 
Dal 10 febbraio al 28 ottobre a Nervi - Incontri e Rassegne: Nervi, Riviera in città
 
ALTER ECO  è un progetto europeo, curato dall’assessorato al Turismo e dall’assessorato alla Cultura del Comune di Genova, il cui obiettivo è la promozione dell’offerta turistica di qualità e la valorizzazione delle tradizioni locali nel territorio di Nervi.
Scoprire il borgo di Nervi, uno dei luoghi paesaggistici più belli e panoramici di Genova, attraverso percorsi che dal porticciolo si snodano verso la caratteristica passeggiata, i Parchi storici e il distretto dei Musei di arte moderna; svelare, grazie alle visite olfattive, il profumo delle opere delle collezioni museali e delle essenze e fragranze che i parchi custodiscono, conoscere le antiche tradizioni legate al mare e alla coltivazione dei prodotti del territorio attraverso laboratori esperienziali tra mare e collina, scovare gli anfratti più suggestivi della scogliera praticando attività sportive.
Cinque esperienze diverse per immergersi nell’armonia di Nervi e gustare al giusto ritmo i piaceri della Riviera in città.
Mappa dei percorsi e delle attività in omaggio.
Tutte le attività sono proposte in italiano e in inglese.
Di seguito gli appuntamenti
 
 
Percorso guidato tra le bellezze di Nervi: dal Porticciolo attraverso la passeggiata a strapiombo sul mare fino ad arrivare ai Parchi e ai Musei (guida naturalistica per esterni  e storico dell’arte per i musei Raccolte Frugone, GAM e Wolfsoniana)
- Quando:  tutti i sabati pomeriggio ad esclusione periodo Euroflora + alcuni giovedì giugno-settembre.
- Calendario:
Febbraio: 10, 17, 24
Marzo: 3, 10, 17, 24, 31
Aprile: 1, 7, 14
Maggio: 12, 19, 26
Giugno: 2, 7, 9, 16, 23, 30
Luglio: 5, 7, 14, 19, 21, 28
Agosto: 2, 4, 11, 18, 23, 25;
Settembre: 1, 8, 13, 15, 20, 22, 29
Ottobre: 6, 13, 20, 27
- Orario: da ottobre a maggio compresi alle ore 14.30, da giugno a settembre compresi alle ore 16.30
- Durata: h. 2,30
- Luogo di incontro: Porticciolo di Nervi (sbocco Via Gazzolo)
- Costo: € 13,00 a persona (gratuità per bambini fino ai 12 anni)
 
- Info e prenotazioni: Galleria d'Arte Moderna - biglietteriagam@comune.genova.it - tel. +39 010 3726025 - IAT di Via Garibaldi - IAT Porto Antico
 
Visite guidate “Nervi, il profumo dell’arte”
Percorso olfattivo tra musei (Raccolte Frugone e GAM) e parchi, guidati da uno storico dell’arte, per scoprire in modo inedito i legami olfattivi tra le opere d’arte e le essenze dei Parchi .
- Quando:  ultima domenica del mese
- Calendario:
Febbraio: 25
Marzo: 25
Maggio: 27
Giugno: 24
Luglio: 29
Agosto: 15 e 26
Settembre: 30
Ottobre: 7 e 28
- Orario: da ottobre a maggio compresi alle ore 15, da giugno a settembre compresi alle ore 17
- Durata: h. 1,30
- Luogo di incontro: Galleria d'Arte Moderna
- Costo: € 13,00 a persona (gratuità per bambini fino ai 12 anni)
- Info e prenotazioni: Galleria d'Arte Moderna - biglietteriagam@comune.genova.it - tel. +39 010 3726025 - IAT di Via Garibaldi - IAT Porto Antico
 
Laboratorio esperienziale “Nervi, Saperi di mare”
Una vera e propria "immersione" nelle storie dell’antica tradizione marinara ligure con i racconti sui pescatori, i maestri d'ascia, i boscaioli, i cordanieri  e il laboratorio di salagione delle acciughe nel suggestivo “antro” dell’antica Darsena del Collegio degli Emiliani a cura dell’Associazione Storie di Barche.
- Quando:  due sabati al mese (date aggiuntive durante Euroflora)
- Calendario:
Febbraio: 24
Marzo: 10 e 24
Aprile: 7, 27 e 28
Maggio: 4, 5, 12 e 26
Giugno: 9 e 23
Luglio: 7 e 21
Agosto: 4 e 18
Settembre: 8 e 22
Ottobre: 6 e 20
- Orario:  ore 10.30
- Durata: h. 2,30
- Luogo di incontro: Collegio Emiliani,  Via Provana di Leyni, 15
- Costo: € 35,00 per ogni partecipante, inclusi nel prezzo assaggi di cucina e vini liguri, vasetto di acciughe salate preparato dallo stesso partecipante
- Info e prenotazioni: Associazione Storie di Barche, Roberto Guzzardi - storiedibarche@gmail.com - tel. +39 340 789 3160
 
Incontri/degustazioni “Nervi, Il mare in collina, tra essenze e aromi mediterranei”
Alle spalle di Nervi, nella mediterranea collina di Sant’Ilario, guidati da docenti e allievi dell’Istituto Agrario Bernardo Marsano dove studiò Rodolfo Valentino, una serie di incontri mensili permetteranno ai partecipanti di scoprire, con assaggi e racconti intriganti, i segreti degli orti sinergici, la dolcezza saporita dell’olio extravergine ligure, i profumi delle erbe aromatiche,  degli agrumi e delle rose, le vecchie varietà frutticole, orticole illustrate nella Pomona Italiana di Giorgio Gallesio.
- Quando:  sabato mattina con cadenza mensile
- Calendario:
Sentieri di agrumi: 17 febbraio e  17 marzo;
La fattoria in collina: 14 aprile;
Un paradiso di essenze: 19 maggio, 14 luglio e 13 ottobre;
Percorsi Bio, l’energia per la sostenibilità: 16 giugno;
Frutta vintage, la frutta di una volta: 25 agosto;
Dall’ulivo all’olio, il gusto dell’oro verde: 15 settembre e 27 ottobre;
- Orario:  ore 10
- Durata: h. 2,00
- Luogo di incontro: Istituto agrario Marsano
- Costo: € 15,00 a persona
- Contatti: Istituto Agrario Marsano, Prof. Marcello Maimone - marcello.maimone@fastwebnet.it  - tel-  +39 333 2363062
 
SPORTticciolo
Durante il weekend o in settimana provare differenti attività sportive nel Porticciolo di Nervi presso la scuola Lo scalo e il centro Diving Nervi ITC,  per gustare - neofiti o esperti, adulti e ragazzi - l’emozione di immergersi nell’acqua del mare col respiratore o di perlustrare la costa della Riviera genovese, dove è nata la subacquea sportiva, in canoa kayak, in immersione o con la maschera  e scoprirne la scogliera preistorica, le insenature nascoste, le antiche ville affacciate sul mare.
Kayak tra cielo e mare
Nei due giorni di attività proposti si avrà modo di imparare a governare il kayak nella lezione del primo giorno (2h) e condurlo in mare aperto attraverso una escursione nella seconda giornata  (2h) alla scoperta della costa e delle bellezze di Nervi
- Quando: infrasettimanale da marzo a ottobre su prenotazione
Week-end, da giugno a settembre su prenotazione nelle seguenti date:
16 e 17 Giugno
14 e 15 Luglio
11 e 12 Agosto
8 e 9 Settembre
- Orario: dalle 11 alle 13
- Durata: h. 2,00
- Luogo d’incontro: Lo scalo, Passeggiata Anita Garibaldi 23
- Costo: i prezzi si intendono a persona: da 5 a 10 persone 70 €; da 3 a 4 persone 90 €; per 2 persone 110 €
- Info e prenotazioni: Lo scalo, Diego Tosarello - info@loscalo.it - tel. +39 333 485 3440
 
Discover Scuba Diving
Introduzione veloce e semplice per esplorare il mondo sommerso, si apprenderanno le linee guida basilari sulla sicurezza e le abilità necessarie per immergersi sotto la diretta supervisione di un professionista PADI.
- Quando: da Maggio ad Ottobre, sabato e domenica a partire dalle ore 14. Sempre su prenotazione.
- Durata: sabato h. 3,00 + eventuale immersione;  domenica h. 1,00
- Luogo di incontro: Diving Nervi ITC, Via Gazzolo 32r
- Costo: Discover Scuba diving: 50 euro; Discover Scuba diving + ulteriore immersione (giorno successivo) 75 euro
- Info e prenotazioni: Diving Nervi ITC, Tiziana Ravera - info@divingnervi.com - tel. +39 346 0659656
 
 
Snorkeling alla scoperta di Nervi
Una gita in gommone con partenza dal Porticciolo lungo la costa di Nervi con snorkeling e nuotata guidata allo scoglio del cane a Capolungo.
- Quando: da Maggio ad Ottobre, infrasettimanale dal lunedì al venerdì. Sempre su prenotazione.
- Durata:  h. 3,00
- Luogo di incontro:  Diving Nervi ITC, Via Gazzolo 32r
- Costo: 50 euro a persona, numero minimo 8 pax, numero max 20 pax. Oppure prezzi diversificati, costo minimo cmq 400 euro. Solo su prenotazione,
- Info e prenotazioni: Diving Nervi ITC, Tiziana Ravera - info@divingnervi.com - tel. +39 346 0659656
 
Creuze, ulivi e boschi
Dal 04.05.2018 (Tutto il giorno) al 28.10.2018 (Tutto il giorno)
Nervi
E' possibile prenotare una passeggiata libero o con guida ambientale, 45 minuti di passeggiata tra "Creuze" Ulivi e boschi.
A cura dell'Associazione turistico ambientale Laghetti di Nervi
Costo: € 10
INFO:
tel. 349 7513488