home

Condividi su Condividi su Facebook


Concorso fotografico Le mie Alpi

dal 00-00-0000 al 00-00-0000
Il Parco Naturale Regionale delle Alpi Liguri ha indetto un concorso fotografico intitolato “Le Mie Alpi” e riservato ai giovani talenti di età inferiore ai 30 anni.
 
Il concorso ha l’obiettivo di stimolare la creatività e l’innovazione artistica applicate ai valori naturali e paesaggistici della montagna ligure, riferiti in particolare al territorio delle Alpi Liguri. L’ambito è quello dei Comuni del Parco (Cosio d’Arroscia, Mendatica, Montegrosso Pian Latte, Rezzo, Triora, Pigna e Rocchetta Nervina), situati nelle Valli Arroscia, Argentina e Nervia in Provincia di Imperia.
I soggetti fotografati dovranno quindi rappresentare realtà del territorio alpino ligure (ambito Comuni del Parco sopra citati) riprese ad una distanza medio/grande. Non sono ammesse riprese di singolo soggetto a scala tipo “macro” o di figure umane, se non a fondo scala, cioè persone ubicate a distanza notevole.
 
Per ogni partecipante sarà concessa la presentazione di al massimo n. 3 opere fotografiche, anche distribuite in categorie diverse.
Ecco le categorie in gara:
1) Geologia e paesaggi
2) Flora e paesaggi
3) Fauna e paesaggi
 
Per ognuna delle tre categorie, fra tutte le opere presentate al concorso, sarà scelto dalla giuria il primo classificato e, in sequenza, gli ulteriori sino al 5° classificato incluso.
Ogni vincitore di categoria riceverà in premio un assegno di 500,00 Euro. Gli autori delle opere fotografiche di ogni categoria classificatesi dal 2° al 5° posto riceveranno la possibilità di ospitalità gratuita per 1 giorno, a scelta nel periodo da aprile a luglio 2018, presso uno dei rifugi custoditi ed operativi nel territorio del Parco.
 
Il termine per la presentazione delle opere candidate è il 16 marzo 2018.
La premiazione del concorso avverrà presso la sede del M.E.S. – Museo Etnostorico della Stregoneria (Palazzo Stella) in Triora, domenica 25 marzo. Un’esposizione di tutte le opere fotografiche ammesse al concorso verrà allestita presso lo stesso edificio museale e sarà visitabile sino a tutto il successivo mese di aprile.