home

Condividi su Condividi su Facebook


Undici nuove Pro Loco nel 2016: in 10 anni si è registrato un aumento del 30%

15-05-2017
Undici nuove Pro Loco nel 2016, mentre l'ultima a nascere è stata quella di Arenzano Cogoleto, prima di lei quella di Sestri Ponente. 
In un articolo scritto da Massimiliano Salvo e pubblicato su Repubblica il 14 maggio Franco Migliaro, presidente genovese dell'Unpli, commenta: "Non siamo mai stati così tanti. Nell'area metropolitana di Genova i nostri associati sono 47, la maggior parte delle Pro Loco è nelle riviere e nell'entroterra, in città è un fenomeno meno diffuso".
 
Ma i dati parlano chiaro: in meno di 10 anni c'è stato un aumento del 30%. "Nel 2008 in tutta la Liguria l' Unpli contava 132 Pro Loco. Abbiamo finito il 2016 in 170" racconta sempre a La Repubblica Bruna Terrile, presidente Unpli Liguria.
 
E le Pro Loco continuano a nascere persino a Genova e non solo nei quartieri turistici del levante, dove la Pro Loco di Albaro si è aggiunta a quella di Boccadasse. A marzo è nata la Pro Loco di Sestri Ponente, a fine 2015 quella di Sampierdarena-San Teodoro. Nel ponente di Genova le Pro Loco sono radicate in Valpolcevera, a Voltri, Prà e Mele. Quella di Pegli, nata nel 1994, è una delle più attive della Liguria: all'attivo ha cinquanta sagre delle farinata di ceci e un'impresa memorabile datata 2001, quando ha portato la celebre farinata della val Varenna sulle navi ancorate in porto dove alloggiavano i capi di Stato del G8. 
 
In questa giungla di associazioni non è semplice trovare un dato definitivo sul numero delle Pro Loco, visto che l'iscrizione all'Unpli è facoltativa e le 170 Pro loco associate nel 2016 all'Unpli ligure sono solo un indizio. "Perché esistono numerose Pro Loco non associate, come ad esempio quella di Boccadasse — spiega la presidente regionali dell'Unpli Bruna Terrile — e al tempo stesso ci sono comuni con più Pro Loco. Follo e Triora ne hanno quattro, Porto Venere tre, Rapallo, Lerici e Ameglia due. E non sono gli unici casi". Ancor più difficile è sapere quante persone sono coinvolte nel mondo delle Pro Loco.
 
"Come Unpli quest'anno ho già fatto 5700 tessere, ma nella maggior parte dei casi la gente si accontenta della tessera della propria Pro Loco", continua Bruna Terrile. "E le Pro Loco associate all'Unpli non sono tenute a comunicare il numero di iscritti". Franco Migliaro e Bruna Terrile concordano: "In ogni Pro Loco ci sono in media cento persone. Possiamo immaginare circa 4700 iscritti a Genova e 17 mila in tutta la Liguria". I dati dell'Unpli nazionale confermano questa teoria l'Unpli dichiara 6.200 Pro Loco associate in tutta Italia, per un totale di circa 600 mila soci. In Liguria la Pro Loco di Moneglia fa la parte del leone con 350 tesserati, quella di Cogoleto-Arenzano comincerà le sue attività con otto amici delle due cittadine che hanno messo da parte ogni campanilismo in nome del bene comune. "Alla fine Cogoleto e Arenzano sono due paesi molto simili, spiega il neo presidente Giacomo Robello".