home

Condividi su Condividi su Facebook


Unpli e Fico Eataly insieme nel più grande parco agroalimentare del mondo

27-10-2017
L’Unione Nazionale delle Pro Loco d’Italia curerà dimostrazioni pratiche di artigianato, con un occhio di riguardo agli antichi mestieri, esibizioni di folklore ed anche la divulgazione a carattere culturale di beni materiali ed immateriali, all’interno di FICO (Fabbrica Italiana contadina) Eatalyworld,  il parco agroalimentare più grande del mondo che aprirà il 15 novembre a Bologna.
E’ uno dei punti qualificanti dell’intesa siglata dall’amministratore delegato di Eatalyworld, Tiziana Primori e dal presidente dell’Unione Nazionale delle Pro Loco d’Italia, Antonino La Spina.  
“Siamo lieti per l’importante opportunità offerta da FICO Eataly World che consentirà alle Pro Loco di accendere i riflettori sul patrimonio culturale, materiale e immateriale, a partire dal recupero delle  tradizioni, alla valorizzazione dei dialetti, sino alla riscoperta di usi e costumi” commenta La Spina.
L’accordo include  anche la divulgazione e la  promozione delle reciproche iniziative e la possibilità per i soci delle Pro Loco di usufruire di agevolazioni e condizioni di favore per i corsi ed i percorsi proposti da FICO Eataly World. 
"Siamo molto contenti di questo accordo, afferma Tiziana Primori, Amministratore Delegato FICO Eataly World, e ci auguriamo che  questa collaborazione consenta di promuovere ancora meglio la ricchezza delle nostre tradizioni, della nostra cultura e del nostro folklore nel mondo”.  
FICO Eataly World  è un luogo di educazione alimentare e ambientale in cui si ha l’opportunità di conoscere e vivere l’immenso patrimonio italiano, facendosi ambasciatore della storia e della cultura agroalimentare italiana nel mondo con l’obiettivo di raccontare e trasmettere l’Italia e le sue ricchezze.
L’Unpli conta oltre 6.200 associazioni Pro Loco ed oltre circa 600mila soci, è iscritta nel registro nazionale delle Associazioni di Promozione Sociale e all’Albo nazionale del Servizio Civile Nazionale ed anche accreditata presso il Comitato Intergovernativo UNESCO per la Salvaguarda del Patrimonio Culturale Immateriale.